Coronavirus, le ultime notizie di oggi sul Covid: oltre il 30% dei contagi dovuto a variante inglese, sempre più zone rosse in Italia

Continua l’emergenza Covid-19 in Italia e nel mondo. Secondo i dati dell’ultimo bollettino di ieri, nel nostro Paese sono stati registrati altri 13.314 contagi su 303.850 tamponi, tra antigenici e tamponi molecolari, e 356 morti per Covid. La Regione che fa registrare il più alto numero di infezioni su base giornaliera è è la Lombardia, seguita dall’Emilia-Romagna. Ecco, di seguito, il dettaglio regione per regione:

Lombardia: +2.480

Veneto: +1.062

Piemonte: +1.023

Campania: +1.436

Emilia Romagna: +1.588

Lazio: +889

Toscana: +824

Sicilia: +452

Puglia: +823

Liguria: +381

Friuli Venezia Giulia: +241

Marche: +581

Abruzzo: +322

Sardegna: +47

P.A. Bolzano: +374

Umbria: +262

Calabria: +116

P.A. Trento: +232

Basilicata: +115

Molise: +27

Valle d’Aosta: +4

In Italia aumentano ancora le zone rosse locali per con provvedimenti locali da nord a sud per evitare il dilagare delle infezioni, dovuti spesso alle varianti covid. Gli ultimi in ordine di tempo ieri in Lombardia dove la provincia di Brescia e altri comuni limitrofi dichiarati zona arancione, e in Emilia Romagna dove 14 comuni passano in zona arancione scuro. In Italia oltre il 30% delle infezioni Covid è dovuto alla variante inglese. Il dato è stato fornito dagli esperti dell’Istituto superiore di Sanità e del Cts con il premier Mario Draghi. Secondo gli scienziati, verso la metà di marzo la variante sarà predominante in tutto il Paese. Ancora problemi sulla campagna vaccinale: Astrazeneca dimezza fornitura di vaccino anti covid prevista per l’Ue per il secondo trimestre mentre l’Italia dà l’ok alla somministrane anche per i 65enni. Finora 3,7 milioni le dosi somministrate in Italia e oltre 1,3 milioni le persone completamente vaccinate

Nel mondo oltre 112 milioni di contagi e quasi 2,5 milioni di morti covid. I più colpiti restano gli Usa dove però son state somministrate più di 65 milioni di dosi di vaccino. In Israele, invece metà della popolazione vaccinata almeno con una dose. Anche l’Ue valuta autorizzazione d’emergenza per accelerare sui vaccini. sarà una delle proposte che il presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, porterà al tavolo dei leader al Consiglio straordinario di giovedì e venerdì. Lo ha riferito il vicepresidente dell’esecutivo comunitario, Maros Sefcovic.

Get link

xoonews.com